top of page
Image by Fabrizio Lunardi

E' compreso

  • Servizio Guida con Accompagnatore Media Montagna e Guida Geologica

  • Eventuale 1/2 p. albergo/agriturismo

  • Polizza infortuni

  • Guida ai musei di scienze

SERVIZI

dom 15 set

|

Gr.Alp.A (E+300 m) Gr.Alp.B (EE+700 m)

CRODE FISCALINE Battaglie di Sesto 1915-1917 - 25 €

Dai panoramici Piani di Lavaredo attraverso le Forcelle delle Crode di Cengia. Il Paterno fù la strenua difesa degli Alpini del Btg. Val Piave e Cadore contro gli attacchi mossi dagli Standshutzer della Pusteria asserragliati nelle ardimentose postazioni sulle mitiche Torri di Toblin.

I biglietti non sono in vendita
Scopri gli altri eventi
CRODE FISCALINE Battaglie di Sesto 1915-1917 - 25  €
CRODE FISCALINE Battaglie di Sesto 1915-1917 - 25  €

Orario, Luogo

15 set 2024, 06:00

Gr.Alp.A (E+300 m) Gr.Alp.B (EE+700 m), Baita Alpina-Val Fiscalina

Info sull'evento

PERCHE' PARTECIPARE Il Rifugio Auronzo è la base di partenza per compiere il giro delle Forcelle del Monte Paterno. Le Tre Cime di Lavaredo sono sempre le protagoniste indiscusse, poichè lo sguardo cade sempre sulle pareti nord. Si arriva al Rifugio Pian di Cengia attraverso il sentiero 104 per poi salire sul filo di cresta delle Forcelle. Tornati al Rifugio si aggirano verso nord le Crode dei Piani imboccando dunque il sentiero 101 che conduce al Rifugio Drei Zinner. Alla F.lla Toblin si svolta ad ovest sino alla base del Sasso di Sesto per poi aggirare a nord le Torri di Toblin e risalire alla sommità del Sasso. Facoltativa è l'ascesa alla F.lla del Camoscio lungo il sentiero attrezzato che conduce alle gallerie del Paterno e alla sua cima. Tutto il percorso è interessato da numerose trincee, postazioni militari, caverne e gallerie. Sullo sfondo delle Tre Cime c'è la storia delle battaglie alpine del 1915 e l' origine geologica e naturale di queste bellissime montagne. Oltre alla storia militare e all' emozionante paggaggio nelle gallerie, scopriremo i fiori alpini tipici delle zone rupicole e dei ghiaioni. Ripercorreremo l'evoluzione di queste montagne ricordando l' importanza della presenza del fossile guida Megalodon, un vero testimonial di questo periodo geologico. Con il cannochiale cercheremo le specie animali tipiche del Parco Naturale.

ITINERARIO GRUPPO ALPINI A:  giro  per il rifugio Pian di Cengia e Locatelli senza l'anello Toblin, sebbene quest' ultimo aggiunge di poco l'impegno complessivo. 

ITINERARIO GRUPPO ALPINI B  dal Rif. Auronzo si fà sosta ai PIani di Lavaredo, per proseguire alle gallerie del Paterno, prima dei tratti attrezzati. Si torna indietro e si prosegue per il 104 fino al Rifugio Pian di Cengia, quindi al Locatelli per il 101 dove si sosta per il pranzo. Da qui in breve si percorre l' anello delle Torri di Toblin ricollegandosi a nord al sentiero che conduce in cima al Sasso di Sesto. In totale il dislivello positivo è circa 600 m difficoltà EE. A richiesta e facoltativo si può raggiungere F.lla Camoscio a 2650 m. con eventuale deviazione alla cima,  e quindi l'integrale sentiero delle forcelle con difficoltà EEA. In questo caso il dislivello totale è circa 750 m

I PROTAGONISTI 

  • Colonnello Ottavio Zoppi, 
  • Maggiore Carlo Buffa di Perrero
  • Tenente medico e alpinista Antonio Berti
  • La guida Sepp Innerkofler
  • Alpino PIero de Luca
  • Don Emilio Campi

Condividi questo evento

Non è compreso

  • Servizio di trasporto. Trasporto condiviso auto propria facoltativo

  • Pasti in Rifugio/Ristoranti

  • Entrate Musei o Parchi

  • Noleggio attrezzature extra

  • Impianti di risalita

Logo_Ana_edited.png
STEMMA FICK_edited.png
logo_edited_edited.jpg
Logo 500x500 px (3)_edited.png
bottom of page