top of page
Image by Leo

In questa avventura

Introduzione

La Svizzera ha un' armonia tra paesaggo e uomo che non ha paragoni. Splendide visioni d'auore attraggono i turisti da sempre. Dalla mondana Verbier ai pascoli popolati dai bovini campanati alle mitiche montagne del Vallese, alle cascate fragorose di un territorio ricchissimo di ghiacciai e acqua. A questo si aggiunge una realtà lussuosa del viaggio, scelto o casuale, tutto è a portata di mano. Un paese da cartolina. Avventurarsi tra i sentieri di montagna o le dolci colline coltivate a vite, amplifica enormemente la sensazione di vacanza attiva. Se poi ci si abbandona al misticismo del fiume, allora la vacanza divente un vero viaggio esperenziale. Ogni luogo, concentra una storia di tradizioni e cultura, del gusto, del territorio geologico e naturale. La Svizzera ha molteplici volti, esclusivi quante sono le stagioni. Il bianco prevale d' inverno, il verde l' estate ma alla fine sarete voi a dipingere la tela di un quadro con i colori dei ricordi. Noi ve li mettiamo a disposizione tutti.



Image by Johannes Hofmann

In questo viaggio

Borsa da viaggio

Il nostro bagaglio

Zaino 30/35 l

Una borsa o trolley grande

Un ricambio indumenti non tecnici

Scarpe  o scrrponcini trekking

Berretti cotone o lana

Due ricambi indumenti trekking 

(Magliette traspiranti e  termiche, pile pesante e giacca goretex, piumino, calzettoni lunghi, pantaloni lunghi e corti, guanti, pile). Un paio di ciabatte e costume. Materiale canoa fornito

Programma

bradipo

Cosa è compreso

  1. Accompagnatore media montagna

  2. Guida Geologica

  3. Istruttore e guida fluviale

  4. Guida mtb

  5. Guida Musei

  6. Trasporto condiviso

  7. Opzione soggiorno

  8. Assicurazione

TICINO: Avventure tra castelli e fossili del Triassico
L'aria che si respira è tipicamentte italiana, chiacchericcio di piazza, motorini e biciclette che passano lungo viali alberati di palme e bar che servono il gelato sulle piazzette storiche, decorate dal pastello delle case. Le vette alpine sono comode da vedere sorseggiando un aperitivo seduti all' ombra del Monte San Giorgio. E proprio quì, sul confine tra Italia e Svizzera, vicino al lago di Lugano, c'è un luogo particolarissimo, eletto come uno dei 5 siti naturali UNESCO d' Italia. La montagna, a forma di piramide, è considerata la miglior sequenza fossilifera per la vita marina nel Triassico Medio (245-230 milioni di anni fa) e rappresenta la testimonianza di un ambiente di laguna tropicale, abitata da rettili, pesci, bivalvi, ammoniti, echinodermi e crostacei. Poiché la laguna era prossima a terre emerse, il contenuto paleontologico comprende anche organismi terrestri quali rettili, insetti e piante. Il risultato è una serie di associazioni fossilifere di grande ricchezza che potremo osservare nel Museo.

Lugano la città più grande del cantone è una vivace cittadina con boutique eleganti e caffè all' aperto. Una breve passeggiata lungo lago per rilassarci e mangiare un boccone in Piazza della Riforma ci darà il giusto appeal per iniziare questo avventuroso viaggio svizzero. L' idea è quella di ammirare il panorama dal Monte Brè utilizzando la funicolare Paradiso del centro. Per chi desidera, si può fare una veloce ed emozionante discesa in mtb dalla cima fino alla base. Da queste parti ci sono ben 300 km di piste da percorrere per sfogarsi. Continuando lungo la A2 si arriva alla fascinosa Locarno, fiera delle sue 2300 ore di sole l'anno. Da vedere il Santuario, il castello Visconteo ed i Giardini pubblici, ma il pezzo forte è la Val Verzasca, bellissima con le sue acque spumeggianti, una vera calamita per i canoisti. Infatti, la discesa  del primo tratto è facoltativa ma promette emozioni uniche. C'è la possibilità comunque, di ammirare il torrente da un sentiero chiamato Sentierone della Verzasca, il quale costeggia l'intero  corso d'acqua  ed offre l' occasione di fare il bagno nelle tranquille pozze cristalline. Se volete cimentarvi con una discesa in packraft, su percorsi più facili, ci sono altre due torrenti che meritano una visita, il Tresa ed il Vedeggio. La scenografica Bellinzona si trova lì a due passi, riconosciuta sito UNESCO per i suoi castelli Castelgrande, Montebello, Sasso Corbaro. Sicuramente li vediamo, ma è altrettanto sicuro che non ci perderemo il famoso tratto del Moesa, detto gole di Norontola. La cena ce la gustiamo al Ristorante Castelgrande, un vero gioiello medievale dall'atmosfera magica, ma aspettate di assaggiare i filetti di Lucioperca con purè di cavolfiore alla vaniglia o il tradizionale brasato di manzo o il capretto in umido alla mesolcinese, accompagnato dal tipico formaggio locale Robiola,

La tua guida

Logo_Ana_edited.png
STEMMA FICK_edited.png
logo_edited_edited.jpg
Logo 500x500 px (3)_edited.png
bottom of page